Logo
Post in vetrina
Seeple
18 giorni fa (E)
Ci occuperemo a breve del caso di #ElisaConzadori morta su un passaggio a livello rimasto incredibilmente aperto durante il transito di un treno.
La famiglia cerca giustizia ma lo #Stato e le #istituzioni fingono di nulla!
Su #seeple proveremo a fare chiarezza e dare voce a chi è stato abbandonato! #FS #Stato #vergogna #elisa #seeple
Seeple
22 ore fa
E Molveno è ancora una volta il lago più bello d’Italia: si tratta del nono “titolo”

Arriva il riconoscimento di Guida Blu Legambiente e Touring, orgoglio per il sindaco di Molveno Matteo Sartori: “è un grande stimolo”

TRENTO. Guida Blu di Legambiente e Touring hanno assegnato al Molveno, per la nona volta, il titolo di "lago più bello d'Italia".

Circondato ad ovest dallo scenario delle Dolomiti di Brenta e a sud dal massiccio del Monte Gazza e dalla Paganella, il Lago di Molveno è "una preziosa perla in un più prezioso scrigno", come lo descrisse oltre 100 anni fa Antonio Fogazzaro.

Da oltre vent'anni "Il mare più bello", la Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano, stimola e orienta le villeggiature di quanti preferiscono scegliere la propria meta estiva all'insegna della responsabilità e della qualità ambientale, offrendo al lettore un quadro su quanto di buono fanno le amministrazioni locali costiere lungo la nostra penisola per essere all'altezza delle sfide imposte dalla crisi ambientale planetaria.

Tante pratiche concrete sulle quali cominciare a cambiare le sorti del Pianeta. "È una nuova conferma. Siamo davvero orgogliosi per l'assegnazione anche per il 2024 delle 5 vele e del titolo di lago più bello d'Italia. Sono riconoscimenti di pregio, attribuiti da istituzioni qualificate come Legambiente e Touring Club Italia, che siamo in dovere di condividere con tutta la nostra comunità e che ci stimolano a lavorare sempre più per la valorizzazione e la tutela del patrimonio naturale e culturale del nostro territorio." ha dichiarato soddisfatto il sindaco di Molveno
#Molveno #lago #Trento #primoposto #bellezza #seeple
Seeple
2 giorni fa
Choc #italia lezione dalla #Spagna
La nazionale di #Spalletti ne esce ridimensionata
#SpagnaItalia #euro2024 #seeple
Seeple
3 giorni fa
Mytho, il gene anti-età. Avremo vita lunga e vecchiaia in salute.

Gli scienziati affermano che è anche questione di Dna. Scoperto un nuovo gene alleato della longevità, grazie ad uno studio internazionale a guida italiana. Il gene si chiama Mytho e il suo studio è stato pubblicato sul Journal of Clinical Investigation. La ricerca è stata co-finanziata dal Pnrr, nell'ambito del partenariato Age-It “Ageing Well in an Ageing Society”, con la creazione di una rete nazionale di ricercatori, dedicati agli studi sull'invecchiamento.

I risultati della ricerca

A “firmare” l'identificazione e la caratterizzazione di Mytho è Marco Sandri, docente del Dipartimento di Scienze biomediche dell'università di Padova e principal investigator dell'Istituto veneto di Medicina Molecolare (Vimm), con la collaborazione di Eva Trevisson, genetista del Dipartimento di Salute della donna e del bambino dell'università di Padova.

La scoperta nasce da una ricerca informatica sul genoma umano, per identificare geni, ancora sconosciuti, che abbiano rilevanza nei meccanismi che controllano la qualità delle proteine e degli “organelli cellulari” (strutture all'interno della cellula che svolgono funzioni necessarie alla sua sopravvivenza). Un lavoro durato ben 9 anni, col coinvolgimento di scienziati dei centri italiani e internazionali. I ricercatori si sono concentrati sullo studio di un gene che risultava essere estremamente “conservato” tra le diverse specie animali, dall'uomo fino ai vermi, denominato Mytho.

Il Gene che fa la differenza

Grazie ad esperimenti di manipolazione genetica, si è potuto dimostrare che: inibendo Mytho si provoca una senescenza cellulare precoce (le cellule smettono di replicarsi), ne deriva un accorciamento della vita del verme Caenorhabditis elegans.
Per contro, l'attivazione del gene Mytho migliora la qualità della vita e permette di ottenere un invecchiamento in salute.

In che maniera agisce

Mytho regola di fatto il processo biologico detto “autofagia”, che permette la rimozione di proteine e organelli danneggiati migliorando l'omeostasi cellulare, cioè il mantenimento a livello ottimale delle funzioni cellulari fondamentali. In pratica è quasi come se si invecchiasse molto più lentamente perché le funzioni vitali cellulari restano quanto più possibile in piena funzionalità.

Di Giorgio Consolandi

Foto: promisalute.it

#seeple #genetica #mytho
Seeple
4 giorni fa
Un G7 da quasi 100 mln, ma i conti sono segreti.

Ed eccoci qui, l’ennesima truffa, l’ennesima presa in giro verso i cittadini.
A farne le spese come sempre sono gli italiani.
Uno #Stato che non rappresenta più nessuno ormai da tantissimi anni.
Perché non date spiegazioni e ancor prima non agite in modo trasparente? #Meloni
#StatoItaliano #chiarezza #G7
Seeple
4 giorni fa
Auguri per la Maturità 2024

Oggi mercoledì 19 giugno 2024, comincia l’esame di maturità 2024, con la prima prova: il classico tema di italiano. Abbiamo raccolto le frasi di auguri e buona fortuna più originali, divertenti e simpatiche per gli studenti.

In bocca al lupo ragazzi!💪🏼
#maturità #seeple
Seeple
8 giorni fa (E)
Oggi inizia il nostro cammino verso la conquista della Coppa
Italia - Albania questa sera ore 21:00
🇮🇹 🇦🇱
Forza ragazzi! 💪🏼👏 #euro2024 #italia #Albania
Seeple
8 giorni fa
Salis europarlamentare e c'è chi s'indigna sui social

La questione non ha lasciato indifferenti gli utenti dei social e in molti hanno espresso il proprio punto di vista, anche con giudizi senza mezze misure. Sul Social dell'informazione Seeple.it la “materia” ha aperto una riflessione che si presta a commenti e interventi. Ne pubblichiamo i contenuti.

L'utente Raffaele Garenna scrive

Io capisco che la sua candidatura era l'unica soluzione veloce per porre fine a questa cosa, ok.
Ma adesso il mio pensiero va al fatto che anche lei sarà una ennesima sciacquetta che guadagnerà fior di quattrini essendo ora eurodeputata.
L'italia (volutamente scritto minuscolo) è il paese dei furbi.

La replica di Giorgio Consolandi

@Raffaele_Garenna  , il tuo non è certo un pensiero che non trova supporto da parte di diversi italiani. Sono molti quelli che giudicano questa cosa un po' come hai sintetizzato tu, ma molti sono ignari di come sia andata tutta la vicenda. Sarebbe interessante attivare qui su #seeple  una piccola tavola rotonda tra pro e contro in merito a questa vicenda politico-giudiziaria, ma noi ci accontentiamo di parlarne singolarmente, almeno per ora.

#ilariasalis  oltre ad essere un'insegnante precaria è da sempre un'attivista antifascista, e questo è tutto sommato condivisibile, no? Solo che è andata a cercarsi guai (se così si può dire) in un Paese straniero. Che vuol dire? Vuol dire che lei è accusata di aver preso parte ad un "commando" (che in effetti è sembrato più una spedizioni punitiva), che ha aggredito un esponente neonazista in Ungheria.

Il governo Orban, non è proprio quello che si può definire un portatore sano dei diritti sociali (o umani) e infatti ha incarcerato Ilaria Salis in una condizione che ha davvero poco di umano. Una sorta di "canile", con tanto di catene e una condizione di sopravvivenza assurda. Anche alle sedute del processo veniva condotta con una catena al collo. Il padre ha cercato il supporto delle istituzioni, perché la figlia andava si giudicata e preventivamente reclusa, ma in condizioni umane! Comunque dalle istituzioni è arrivato solo un silenzio assordante.

Finalmente, dopo che si è mossa la politica di sinistra, le istituzioni hanno iniziato una delicata trattativa diplomatica col governo Ungherese, ma come è noto anche ai somari, c'è una sottile intesa tra il governo italiano e quello magiaro (per la serie volemose bene). Insomma dai non si poteva rompere troppo i coglioni a Viktor Orban, specialmente in vista delle elezioni europee che avrebbero determinato un po' le sorti delle nazioni, e l'Europa come è stato confermato, ad esempio in Francia, deriva a destra... Capisciammé.

A quel punto Alleanza Verdi e Sinistra, hanno pensato bene di risolvere la carcerazione di Ilaria candidandola alle Europee. Ha ottenuto quasi 200 mila preferenze ed è stata eletta europarlamentare. Questo ha determinato che come tale godesse dell'immunità. Immunità che, ancor prima delle elezioni, sapevamo tutti che Budapest avrebbe cercato di far revocare dal Parlamento Ue. Era una questione di principio è chiaro, a nessuno in fondo dell'establishment ungherese frega un cazzo della Salis, ma agli occhi del mondo la sua elezione avrebbe dato scacco ad Orban e i suoi. E così già prima del sua scarcerazione (era da maggio ai domiciliari con la cavigliera elettronica), il governo ha fatto sapere che avrebbe chiesto appunto la revoca dell'immunità.

Attenzione non è che Ilaria Salis, siccome è europarlamentare non sarà giudicata, lo sarà alla fine del mandato, questo dice la legge. Tutta questa vicenda se fosse successa in Italia o in un Paese più accorto ai diritti civili, non avrebbe fatto tutto questo scalpore e Salis con molta probabilità sarebbe stata rinviata a giudizio e magari avrebbe subito una pena detentiva e una pena risarcitoria, magari sarebbe stata interdetta dai pubblici uffici per un periodo oppure sarebbe stata assegnata ai servizi sociali. Insomma non sarebbe stata oltre 15 mesi con una catena al collo e con la doccia in cambio dell'ora d'aria.

A giudicare fanno tutti presto, ma se noi la definiamo una sciacquetta perché andrà in Europa a rappresentare un pensiero antifascista, commettiamo una leggerezza di fondo. Perché il suo attivismo negli anni le ha fatto maturare una preparazione politica che non tutti posseggono. Poi si può essere in disaccordo con il pensiero politico, con quell'ideale, ma in nome della democrazia, tutti hanno diritto ad essere rappresentati in quota parte, anche gli antifascisti!

Di malagiustizia abbiamo tanti casi, da Stefano Cucchi a Beniamino Zuncheddu che si è fatto 32 anni di carcere da innocente. Ci sono state morti in carcere le cui responsabilità secondo alcuni, sarebbero attribuibili al sistema detentivo, ci sono detenuti che subiscono abusi di ogni tipo e ogni tanto qualcuno "viene suicidato", e via così fino ad andare a ritroso a Sacco e Vanzetti, anarchici in un Paese straniero che non hanno fatto una bella fine. Non dobbiamo perciò accanirci contro chi ha subito il suo inferno nelle galere, non certo al pari di quelle italiane. Se questo atto finale è servito a garantire che Ilaria Salis venga giudicata senza subire condizioni assurde durante la detenzione preventiva, credo possiamo esserne tutti lieti. E' giusto che sia giudicata, ma non che sia torturata fisicamente e psicologicamente.

Foto tratta da ildubbio.news
Seeple
9 giorni fa
Qualcuno che sembra dire le cose come stanno allora esiste??
#DiBattista #elezionieuropee #italia #seeple
Seeple
12 giorni fa
Incidente in via Novara, in scooter contro lo spartitraffico: morti un uomo e una donna

L'incidente poco dopo le 22 di lunedì sera. Morti un uomo e una donna

Lo scooter che sbanda e finisce contro lo spartitraffico. Poi la corsa in ospedale, inutile. Tragedia martedì sera in via Novara a Milano, teatro di un incidente stradale costato la vita a un uomo di 40 anni e a una donna di 31, entrambi italiani. Il dramma si è consumato pochi minuti dopo le 22 in via Novara, in zona San Siro.

Lì, per cause ancora in corso di accertamento, un Kymco 125 - verosimilmente guidato dal 40enne - si è schiantato prima contro lo spartitraffico centrale e poi, con le due vittime già a terra, contro un segnale stradale e un semaforo. Soccorsi dagli equipaggi di due ambulanze e due auto mediche, l'uomo e la donna sono stati trasportati in pronto soccorso in condizioni disperate. Nella notte i medici si sono dovuti arrendere ed entrambi sono stati dichiarati morti, lui al San Carlo e lei al San Raffaele.

I rilievi del caso sono stati effettuati dagli agenti della polizia locale, cui spetterà ora il compito di ricostruire con precisione la dinamica del tremendo schianto. Stando alle prime ricostruzioni, sembra che nell'incidente non sia rimasto coinvolto nessun altro veicolo: il conducente dello scooter avrebbe perso il controllo del mezzo da solo finendo contro lo spartitraffico centrale, all'altezza dell'incrocio con via Lucio Cornelio Silla. Un aiuto ai ghisa potrebbe arrivare dalle immagini registrate dalle telecamere della zona.

#incidente #milano #seeple
Raffaele Garenna
15 giorni fa
https://youtu.be/05N-hhmGX... MariellaNava poetessa #italia
Italia è il mio nome (Official Video) - YouTube

#italiaeilmionome #MatteoMontalto #MariellaNavaITALIA È IL MIO NOME (Official Video)Mariella Nava e Matteo MontaltoElaborazione e direzione: Peppe Vessicchio...

Seeple
15 giorni fa
Omicidio nel Reggiano, il presunto responsabile rischia il linciaggio
I carabinieri arrestano l'uomo, la vittima è stata uccisa a coltellate

Omicidio nella notte nei pressi di un condominio a Bibbiano, nel Reggiano. Poco prima delle 23, probabilmente dopo una lite, un italiano avrebbe accoltellato a morte un 61enne di origini albanesi, che era andato nel condominio, dove vive il presunto omicida, per andare a trovare una nipote. I carabinieri hanno individuato il presunto aggressore, un 41enne, trovato nel suo appartamento.

E' stato portato via dopo momenti di tensione: i militari, arrivati in forze, hanno creato un cordone dal momento c'erano una trentina di persone che cercavano di linciarlo. Il 41enne è stato arrestato con l'accusa di omicidio aggravato, dopo essere stato sentito dal pm di turno. All'uomo i carabinieri hanno anche sequestrato un coltello da cucina ritenuto l'arma del delitto.

Sono intervenuti i carabinieri della stazione di Bibbiano, insieme ai colleghi della sezione operativa della compagnia di Reggio Emilia e del nucleo investigativo del Comando Provinciale di Reggio Emilia, della stazione di Montecchio Emilia e del radiomobile, coordinati dalla Procura diretta dal procuratore Calogero Gaetano Paci.

#omicidio #Bibbiano #ReggioEmilia #seeple
Seeple
17 giorni fa
Meteo: Caldo fino a 38-40°C in arrivo, vediamo in quale regioni saranno probabili queste Temperature

Ci attende un rapido aumento del caldo nelle prossime ore con le temperature che sono pronte a salire addirittura fino a toccare la soglia dei 40°C!
Un po' come accaduto per quasi tutto Maggio, l'inizio di Giugno è stato caratterizzato da condizioni meteorologiche incerte, con un'instabilità atmosferica persistente che ha interessato principalmente le regioni settentrionali e parte del Centro. Su queste aree anche le temperature hanno assunto un comportamento piuttosto altalenante.
Tuttavia, è atteso un cambiamento nella seconda parte di questa settimana, in particolare da Giovedì 6 Giugno, quando l'anticiclone africano, da noi simpaticamente chiamato Scipione, comincerà ad esercitare la calda influenza calda su gran parte del Paese.
La sua avanzata non solo porterà ad un netto miglioramento delle condizioni meteorologiche su tutta l'Italia, ma anche a un notevole incremento delle temperature che raggiungeranno valori pienamente estivi, oscillando inizialmente tra i 29 e i 30°C, con picchi anche superiori al Sud.
Questa ondata di calore è destinata poi ad intensificarsi durante il weekend, con temperature che toccheranno e supereranno i 33°C su gran parte delle regioni centro-meridionali, raggiungendo punte di 37/38°C al Sud e nelle due isole principali, con locali picchi addirittura di 40°C nelle zone più interne.Ma quanto durerà questa prima vera ondata di calore della stagione? Proprio sul finire del weekend la pressione comincerà a calare al Nord dove, già da Domenica 9 Giugno, si noteranno alcune note d'instabilità ed una conseguente, seppur contenuta, attenuazione del caldo.
Questo sarà il preludio ad una prossima settimana che sarà verosimilmente caratterizzata da un meteo nuovamente instabile al Nord, mentre al Sud l'Estate continuerà senza particolari insidie e anzi, con un ulteriore incremento delle temperature massime.
#meteo #caldoafricano #italia #regionicoinvolte #seeple
Seeple
1 mese fa
Ora vogliamo un uomo libero!
#chicoforti #italia #miami #liberta #seeple
Raffaele Garenna
1 mese fa
Chico è tornato in Italia...
Raffaele Garenna
2 mesi fa (E)
Immagine scattata in una città europea.
Questa immagine non è semplicemente triste, ma spaventosa.
La differenza tra noi e loro sta proprio nel livello di tolleranza e di accoglienza che si ha nei confronti della diversa cultura.
Mentre noi ci impegniamo, per colpa di governi assolutamente deviati, ad accogliere l’Islam in Italia tentando l’integrazione, loro stanno unicamente cercando di moltiplicarsi.

Non abbiamo trovato nulla!

Siamo spiacenti, ma non siamo riusciti a trovare nulla nel nostro database per la tua query di ricerca {{search_query}}. Riprova digitando altre parole chiave.